giovedì 7 maggio 2009

Dobbiamo ridere?

... chè vige uno stile di totale asservimento alla volontà e ai capricci di chi comanda! Un compiacimento che tutto giustifica, tutto accetta, tutto applaude. Quando non lo vela di un'aura mistica che sconfina nell'idolatria.
Ma qualche domanda in un barlume di consapevolezza? Ma un minimo di senso critico? Ma la dignità personale? Ma uno straccio di rigurgito morale davanti a quello che viene propinato?



Fosse mio marito, o mio padre, o mio figlio, o (lo trovo orrendo al solo pensarci) mio nonno ad essersi meritata un'accusa talmente infamante da far inorridire... altro che ridacchiare delle sue battutine, esigerei che si difendesse, se fosse nelle condizioni di farlo!
Comunque riterrei che non è a Miriam (o Veronica) che dovrebbe essere chiesto di misurare le parole, ma alle varie Noemi o Francesca. Per evitare che qualche mal pensante, interpreti con malizia frasi del tipo: "quando ha qualche momento libero mi chiama e io lo raggiungo... è questo che vuole da me... solo io posso capirlo...", piuttosto che "può avere tutte le donne che vuole... tante gli si avvicinano con grinta... lo vedo anche io...".

Questa vicenda, risveglia nel mio personale "Angolo dei ricordi" un episodio che mi è stato raccontato... un avvenimento accaduto nel mio paese e del quale ho trovato io stessa "tracce".
Userò, ovviamente, nomi di fantasia perchè le protagoniste della storia sono ancora viventi.

Ginetta era poco più che una bambina ma, insieme con sua sorella Teresina, aveva fretta di essere considerata una signorina. Nei loro giochi oramai, le favole aveva lasciato spazio ai sogni ad occhi aperti e alle complici risatine che nascondevano dietro le mani quando incrociavano i ragazzi del paese. Ma un giorno Ginetta corse dalla sua mamma con il viso privo di sorrisi e gli occhi colmi di lacrime: "Vitaliano mi ha fatto delle cose..."
Sulle prime la mamma non capì bene cosa intendesse la sua bambina quando diceva "delle cose", ma Teresina si propose come testimone del fatto e raccontò alcuni particolari che fecero arrossire la mamma mentre il cuore le precipitava in fondo allo stomaco e le apriva una voraggine dentro. Urlò, la mamma, mentre le due bambine (ora sì, avevano riacquistato il loro essere fanciullesco!) piangevano a dirotto tenendosi strette l'una all'altra. Tutto il paese seppe e, anche se Vitaliano negava ogni accusa, tutto il paese giudicò, senza possibilità di appello.
La sentenza, però, la emise Vitaliano, da solo. E fu una sentenza di morte.
Lo ritrovarono che pendeva dalla corda attaccata alla trave di legno di una camera che per decenni portò il suo nome.
E il ritrovamento fece capire alle 2 sorelle che il gioco non poteva più continuare, e Ginetta pigolò "Era solo uno scherzo...", ma Vitaliano non rise.

Altri uomini? Certamente! Altra società, altri valori, altra moralità, altri pudori... altra onestà.
E come chiederla a chi non ha mancato di dar prova di non possedere nulla di tutto ciò? Solo la sua tronfia prepotenza, la sua becera ricchezza, il suo imperante interesse...

19 commenti:

Aliza ha detto...

viene da piangere altro che ridere...
quest'uomo è un mostro e non c'è modo di contenerlo. Anche con la moglie come si sta comportando?? la fa passare per demente...dice che è una questione privata e poi va da Vespa...così il prossimo libro (di Vespa) di Natale è assicurato e relativi guadagni per autore ed editore...potrei andare avanti per ore dalla rabbia che mi fa...
Ciao A

Kaishe ha detto...

Per fornirvi altre lacrime...

Oggi il Corriere della Sera riporta un'intervista a don Verzè.
Da cattolica, credente e pure praticante oltre che attiva all'interno della mia Parrocchia, mi vergogno che un cosìdetto uomo di Chiesa possa difendere in questo modo un uomo che è la rappresentazione più schifosa dell'immoralità...

Cosa fanno i soldi, eh!!!
Quale assoluzione non si può ottenere con una consistente donazione!!!

Viviana B. ha detto...

Altri tempi, altra società, altri uomini ma anche altre donne, cara Kai: perchè oggi ho proprio paura che siano certe mamme compiacenti a mandare le varie Noemi a conoscere il Vitaliano che non s'impicca...
Buona giornata. Nonostante tutto.

Viviana B. ha detto...

Ah e per quanto riguarda assoluzioni che fanno rima con donazioni, che dire del Tribunale della Sacra Rota? Che sei un poveraccio e divorzi sei un peccatore, ma se sguazzi nei quattrini e ottieni l'annullamento allora puoi pure risposarti in chiesa con abito bianco...
Per me, credente e praticante come te, certi fatti son una pugnalata!

Kaishe ha detto...

Perfetta analisi, carissima...
Mamme che talvolta credo partecipino agli exploit delle figlie essendone, nel contempo, complici e antagoniste, maestre e colleghe.
Del resto la realtà dice che paga tale comportamento.
Anche nel piccolo che ciascuno conosce di persona e nel quale si consente che chi si fa scrupoli di qualunque specie e natura venga tacciato come minimo di ingenuità, e chi non se ne fa alcuno sia l'esempio di successo al quale guardare.

balua ha detto...

.. noi bolognese abbiamo una lontana conoscenza di quel che faceva la Signora. Quindi che sia lei a dire certe cose è CIARPAMINOSO.

Al di là di questo, se davvero qualcuno ha commesso qualche reato pedofilo, che venga accertato. ma se non fsse vero sarebbero doverose delle scuse.
per le corna, non credo ci sia la carcerazione.. Per la poca decenza di chi muove simili accuse ai giornali per avere un po' di visibilità, un po' di commiserazione ci sta.

Ho solo contato i post sulla vicenda Berlusconi-lario: hanno superato quelli sul terremoto, e se la tirano con Eluana.
Come a dire che la vita sentimentale del presidente appare è senza dubbio una questione di Stato.

Non posso evitare di domandarmi quale parte politica si avvantaggerà di tutto questo. Ai posteri l'ardua sentenza!

Io continuo ad avere la sensazione che finirà tutto a tarallucci e vino....... Poi di certo mi sbaglio.

Mamit ha detto...

Anch'io ho letto, e sono inorridita, l'intervista a don Verzé.
E non aggiungo altro.
Chi l'ha letta, sa di cosa parlo; chi non l'ha letta, può sempre rimediare. Ammesso che abbia voglia di sentirsi salire la saliva in bocca.

Balua: temo fortissimamente che tutto finirà a tarallucci & vino, ma perchè così imporrà e otterrà il Domino.

Kaishe ha detto...

Ecco quello che intendevo quando, in non so quale blog, ho detto che temevo per quanto dovrà subire la signora Lario...

Sul suo passato poco dovrebbe importarci. A noi e al di lei marito che lo conosce e che dovrebbe essere interessato al suo presente, intendendo per presente il periodo del matrimonio.
Appunto il presente di cui lei fa menzione... quello che ci interessa perchè purtroppo ci rappresenta davanti al mondo.
Un mondo nel quale, in qualunque paese, un politico di siffatta immoralità verrebbe fatto ritirare.

E non parlo così per parte politica ma perchè sono - orgogliosamente - una bigotta che crede in ciò che dice e fa ciò in cui crede.

E se ne parlano in molti... sarà mica perchè qualcuno ci ha insegnato ad essere guardoni quando a lui andava bene che lo fossimo (e gli alzava gli introiti pubblicitari)?

Se poi finirà a tarallucci e vino, dirò ancora la mia.

Che sarà la stessa "versione" che ho già espresso quando ho detto che in tutto ciò mi risulta incomprensibile come si possa andare a letto, garantire discendenza e sposare un essere che (personalmente!!!) mi ripugna!

stella ha detto...

Vieni nel mio blog dei premi.

Gabry in blog Belella ha detto...

C'è poco ancora da dire il tutto si commenta da solo... spero solo che non finisca in una bolla d'aria come spesso accade nel nosro paese.

Un saluto Kaishe e buona giornata.

Kaishe ha detto...

Eccomi... prendo respiro un attimo e poi riparto.
Giornata lunga ed impegnativa.
Stamattina si è dato un indirizzo di comportamento che mi trova assolutamente d'accordo.
Anzi, era pure ora!
Mi piace questo nuovo corso!!!

E stasera faccio turno "notturno" alla mostra... cioè abbiamo un centinaio di persone dopo l'orario di chiusura, verso le 20:30.

Son già confusa con gli stili: gotico in epoca rinascimentale... gotico in epoca rinascimentale...
gotico in epoca rinascimentale.

Kaishe ha detto...

Ahaaaaa.... BUONGIORNO A TUTTI!!!

Mamit ha detto...

Faccio riferimento al titolo del post.
Dopo la puntata di Annozero di ieri sera, con l'immarcescibile ghedini (volutamente minuscolo) ad arrampicarsi sugli specchi come il più imbranato degli avvocatucoli, direi che possiamo dare libero sgofo alle lacrime.
Ne abbiamo ben donde.

Kaishe ha detto...

Ecco un uomo che la natura ha dotato di grande equilibrio.
ghedini (minuscolo per l'appunto): rivoltante di animo e di aspetto esteriore... Non mi riesce proprio di guardarlo mentre parla. Ho lo stomaco delicato e devo preservarmi da certe brutture...

il monticiano ha detto...

Sai qual'è la cosa che più impressiona in quel soggetto? Parlo di ghed. Che ha gli occhi dello squalo, non so se hai presente...occhi senza espressione, lucidi, freddi, di ghiaccio.
Com si dice? Dio li fa e poi li accoppia lui e il berl.

NADIA ha detto...

hola querida passo in ritardo....
su di lui non vorrei commentare ma è necessario.....non sò bene se la ragazzina nella sua semplice incoscienza abbia detto del vero....il che letta così è grave ma a quanto pare ha dei genitori consenzienti e allora c... loro....
Invece sul modo di porsi nei confronti delle donne dell'IMPERATORE avrei da dire moltissimo-...
1) il suo tono da maschio arrapato mi disgusta, non andrei con uno così neanche su un isola deserta-
2) tratta le donne come se fossero buone per una cosa sola....ammesso che ancora riesca a farlo
3)non porta rispetto ne alla moglie e neanche alle figlie
4)essendo un Presidente del consiglio dovrebbe avere decoro e rispetto perchè le donne di questo paese porette loro l'hanno votato...
beh mi fermo altrimenti esagero....
ti abbraccio!!!
HASTA SIEMPRE!!!!

Kaishe ha detto...

Carissima nadia, se c'è qualcuno che esagera non siamo noi ma sua signoria.
Nei paesi CIVILI, un uomo che dimostra di non saper essere un buon marito e padre, dunque CAPOFAMIGLIA, è considerato inadatto a essere CAPO POLITICO.
In Italia incvece diventa un vanto l'essere volgari, disonesti, ladri e mentitori.
Infedeli nell'animo e quindi verso tutti.
Ne sono esempio Montanelli (che diceva esssergli padre salvo poi tradirlo per i propri interessi), Mike Bongiorno (al quale si negava al telefono fino alla messa in onda su RaiTre) e la moglie (alla quale comunque non ha fornito spiegazioni ma solo arroganti richieste di "passi indietro")... al popolo italiano che è precipitato in fondo alla classifica dei paesi LIBERI.
Siamo noi che esageriamo?
Se è così, è evidente che esageriamo in buona compagnia perchè il mondo intero dice le cose che in Italia, invece, non vengono dette.
E ci si fa le domande che in Italia nessuno si sogna di fare!

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno Kaishe e buon fine settimana!

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno buona domenica e auguri a tutte le mammeeeeeeeeeeee!

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!