domenica 16 maggio 2010

Un inchino e un bacio...

Oggi nella Chiesa madre della mia Terra si è ripetuto un Rito molto suggestivo: il Bacio delle Croci.



È una delle più suggestive e sentite feste della Carnia, espressione vivissima di fede popolare, molto partecipata dalle genti di questa Terra, che numerose si recano alla pieve medievale di San Pietro di Carnia da tutte le vallate per ripetere questa arcana ritualità il giorno dell'Ascensione.

Come vuole la tradizione di questo antichissimo rito, di prima mattina, i fedeli - seguendo sentieri fra i boschi - portano in processione fino in cima al colle di San Pietro, sopra Zuglio, le preziose croci astili argentee solitamente custodite in ciascuna delle chiese dei paesi. Le croci per l'occasione si vestono a festa e si fanno belle infiocchettate con nastri multicolori. Giunti sul Plan de vincule - grande spazio erboso sotto la pieve - si disporranno in cerchio e, rispondendo alla chiamata del prevosto fatta secondo un antiche formule liturgiche in lingua friulana, si inchineranno ad una ad una e si avvicineranno in un simbolico bacio verso la croce della pieve di San Pietro, chiesa "madre" della Carnia.


Per questa "Scensce" io non vi ho partecipato... ma ho molto pensato al fatto che in questi giorni non sono molto propensa a baciarla, la mia croce. E mi pesa portarla...

12 commenti:

luigi vidoni ha detto...

L'immagine di tante croci, una folla… richiama la "realtà" di questa nostra esistenza, a volte (così noi la percepiamo) troppo pesante…
Il bacio che le croci si scambiano mi richiama ad una verità semplice ed allo stesso tempo profonda: insieme, la croce da portare, può essere un po' più leggera…
A me non dispiacerebbe portartela per un po'…
Un abbraccio!
Gigi

Gabry ha detto...

Suggestiva questa Vostra tradizione ... capisco che in questo momento per te abbracciare la croce è veramente pesante, ma mi associo al pensiero di Luigi e con il pensiero e la preghiera sono li a sostenerti per reggere insieme la tua croce.

Un abbraccio Kaishe!

Kaishe ha detto...

Grazie amici... lo sento che mi aiutate.
In verità quello che vorrei io non è scaricare "questa" croce, ma prendermela io e lasciare libero G.
Credo, in questo, di avere la "compagnia" di tante e tante madri. Perfino Maria.

NYY ha detto...

Buongiorno Kaishe , forse non aiuta ma almeno l'inter ha vinto il suo 18essimo scudetto :-)

lasettimaonda ha detto...

Chissà perchè questi riti, come anche le processioni e l'adorazione di oggetti "sacri", o meglio considerati tali dall'uomo, mi sanno sempe un pò di paganesimo.
Sarà perchè non sono una credente....
Ciò in cui credo, cara Kaishe(ed ancora non mi hai spiegato il perchè di questo bel nome)è la fatica di portarci sulla schiena e nel cuore le croci, quelle vere, pesanti, che di baciarle proprio non ti viene neppure in mente!Ciao!Syl

Paola dei gatti ha detto...

coraggio:sempre ben no la pol andar , sempre mal no la pol durar!

Gabry ha detto...

Un abbraccio Kaishe!

Gabry ha detto...

Il mio pensiero è sempre con te.... un abbraccio kaishe!

Kaishe ha detto...

Buongiorno...
Come si dice: Ha da passà 'nuttata!?
Ce n'è sempre una... ieri avevo la febbre io.
Oggi solo mal di gola e sono a lavorare.
E che è???????
Pensavo venendo in ufficio (la camminata mattutina mi stimola il lavorio cerebrale): la filosofia di mio figlio è inappuntabile. Non ci si deve sentire ammalati... Perchè la nostra psiche può cose che noi non sappiamo.
Perciò: STO BENE!
... e BUONA GIORNATA a tutti!!!

stella ha detto...

Kais, kais, sai meglio di me cosa ha soppportato nostro Signore...su risorgi presto.
Ti sono vicina e ti risollevo...con un abbraccio grande e con le preghiere.
E sappi...ognuno ha la sua croce da portare e sopportare.

Paola dei gatti ha detto...

kaishe le nuvole devono dissiparsi !

Paola ha detto...

Spero che tu riesca ad affrontare le tue pene con tanto coraggio e con la tua fede. Ti abbraccio e spero anche che le tue nuovole si facciano bianche e poi, a poco a poco, scompaiano.Ciao cara amica.

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!