domenica 14 dicembre 2008

Essere...

Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce.


Anche questa domenica ci viene presentata la figura di Giovanni Battista, al quale i farisei stessi chiedono chi mai sia...
Egli risponde in un modo lapidario: Io sono voce... e il pensiero di come sia nato e di come andrà a morire fa sì che alla mente si affacci una domanda: Ma è nato solo per questo?
Già... perchè secondo i nostri parametri di valutazione, non pare che gli sia stato destinata chissà che vita... anzi, forse la sua venuta al mondo è un prodigio "sprecato" se doveva essere solo "una voce", utile come precursore ma indegno perfino di "slegare il laccio del sandalo"...
Ma per fortuna Dio non usa i nostri parametri!
Giovanni aveva una missione e l'ha svolta come ha potuto e saputo fare, essendone però consapevole...

E noi? Siamo consapevoli di che senso abbia la nostra vita? Se ci chiedessero chi siamo (non che posto occupiamo, che titolo di studio abbiamo, che professione pratichiamo, cosa possediamo o altre referenze simili...) potremmo rispondere?
E se la domanda fosse posta a chi ci sta vicino... saprebbero dire chi vive loro accanto?

Personalmente non ho risposte... e questa attesa del Natale invece di rendermi sensibile all'opportunità che di anno in anno si rinnova, mi trova solo confusa e tanto stanca...


37 commenti:

aquila ha detto...

Ciao mami, è bello passare di qui e trovare degli spunti interessanti per mettersi in discussione anche su quelle che sono certezze inamovibili...personalmente sulla domanda chi sono io posso rispondere che io sono Laura con tutto ciò che mi contradistingue dalle altre persone. Sul senso che sto dando alla mia vita non ne ho più idea,ieri sera così si parlava con mia madre di questo e quella che per era una sicurezza lei in cinque minuti me l'ha smontata....
Ma mi chiedo chi è in grado di dire quale sia il senso della vita?
Io credo che il mio senso della vita sia semplicemente vivere al meglio puntando in alto ma con i piedi ancorati per terra....
Per certi aspetti il mio senso della vita è "donarmi" alle persone a me vicine...

e detto questo mi ritiro e mi preparo a questa nuova settimana che inizia e al lavoro...
E prima o poi tempo volendo ci spetta un caffè e tanti aggiornamenti....

Gabry in blog Belella ha detto...

Difficile rispondere a questa domanda... io penso che ognuno di noi ha la sua missione su questa terra, anche se questa missione può sembrare inutile agli occhi di molti ma forse per uno qualsiasi che ci circonda può essere un appiglio di riflessione, di cambiamento, di svolta nella sua vita, e noi così, senza saperlo, forse abbiamo compiuto la nostra missione, questo può acadere in qualsiasi giorno della nostra vita una volta o più volte, quindi secondo me l'unica risposta da dare è quella di viverre al meglio la nostra vita cercando di non sprecarne nemmeno un secondo.
Un saluto kaishe e dolce notte!

Paola ha detto...

Carissima Kaishe, non è facile dare una risposta a questa tua domanda.
Penso però che tutti,chi più chi meno,siamo utili su questa terra; magari a volte possiamo sentirci inutili, perché siamo in momenti particolari, perché attraversiamo periodi di tristezza o di stanchezza: ma dobbiamo andare avanti e pensare a chi ci sta vicino e ci ama, e amarli a nostra volta: già questa è una missione! e poi, come dice Gabry, è bene viverla questa vita al meglio, senza sprecarne neppure una briciola.Io,da qualche anno, quando si avvicina il Natale, provo molta tristezza: forse anche tu?
Ti abbraccio : spero che con il nuovo giorno ti appaia tutto più sereno.

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno Kaishe un saluto ed un abbraccio per un buon inizio settimana... qui continua a piovere... ma nonostante questo cerchiamo di sorridere comunque a questa nuova giornata!

STEFY ha detto...

Chi sono io ?

Sono una donna umile e modesta che non ha grilli per la testa,
che sta coi piedi per terra
e che la sua missione oggi come oggi, è quella di
educare, crescere e custodire le figlie che ha messo al mondo, insegnando loro,
non solo scaltrezza, attenzione e pignoleria, ma anche onestà e generosità.

Nel campo lavorativo invece, sono una persona responsabile che porta avanti il lavoro di 3 persone che hanno fondato questa azienda,
ovviamente nel limite del possibile,
.....e parlando con la loro bocca,
ma mettendoci la mia personalità, faccio in modo che il loro lavoro passato, non degeneri, che migliori e che sia proficuo ogni giorno di più.

In campo sentimentale invece, cerco di essere una persona attenta, fedele, rispettosa ed affettuosa,
in modo che la persona che ho scelto e che mi ha scelta, capisca che la mia missione nei suoi confronti e vera e reale,
....
senza sotterfugi, senza cattiveria, e con una totale dedizione.

Amen.

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Carissima ho preparato
un regalo per Natale per i miei amici di Blog.
Se volete potete Venire e vedere e ...
Vi aspetto
http://lepaginedisisifo.blogspot.com/

Kaishe ha detto...

Buongiorno a tutti... lo auguro di vero cuore!

astrosio ha detto...

kaishe, io penso che dopotutto un bel panettone affogato in una crema al mascarpone risolva molti problemi. ecco.

STEFY ha detto...

Sono completamente d'accordo con Astrosio !!!
(Ma il panettone, senza canditi)

Balua ha detto...

chi sono io.. dunque dunque...

.. al momento potrei rispondere solo che SONO CIO' LA VITA E LE PERSONE CHE HO INCONTRATO MI HAN FATTA DIVENTARE, METTENDOCI UN PO' DEL MIO, FORSE, MA NON TROPPO, PERCHE' CONTRO L'INEVITABILITA' DEL DESTINO NON CI SI VA. ANCHE SE E' BELLO PENSARE CHE OGNUNO E' ARTEFICE DEL SUO DESTINO, NON E' VERO PER NULLA. UNO PUO' DECIDERE COME VIVERLO E COME AFFRONTARLO..QUELLO SI. PUO' SCEGLIERE SE STAR LI' A PIAGNUCOLARE O SE FARCI FRONTE.. PUO' SCEGLIERE SE OPPORVISI O SEGUIRE LA CORRENTE.. MA LA STRADA CHE CI TOCCA.. BE'.. CREDO CHE IN MASSIMA PARTE SIA DAVVERO DISEGNATA, A QUESTO PUNTO ...

.. e trovo più facile rispondere a sta domanda che a quelle su che posto occupo.. che non l'ho ben capito.. Il titolo di studio.. anche lì non è chiaro, avendo un tre quarti di laurea in tasca e lasciata lì a marcire da un decennio.. la professione che pratico?? ihihih!! Scherziamo vero?? cosa possiedo?? qui è più facile.. i beni materiali son sempre più facilmente classificabili!!

E con questo.. BUONGIORNO AMICHE MIE!!!

.. vado a cercare di iscrivermi alle liste di collocamento a Imola.. ci sarà la fila lunga una vita.. ma se riesco, poi andrei anche all'inps a presentare la domanda di pensione!! Ah.. no.. la pensione non me la danno, allora facciamo solo di sussidio di disoccupazione va là...

Kaishe ha detto...

LINDA... LA PAROLA PENSIONE NON VA' USATA IN MIA PRESENZA IN QUESTO PERIODO...

Se fanno tanto da posticipare la data, minimo minimo torno a rispolverare la conoscenza con i periodi di cassa malattia.

Non mi pare, infatti, molto giusto che - dopo che categorie ben precise godono di benefici tutt'altro che giusti, i dipendenti di aziende private debbano versare contributi per 45 anni per poi "godere" di un periodo di pensione che non credo possa essere poi molto lungo...

Quindi, perchè farmi scrupoli?
Forse che tutti i Governi se ne son fatti mentre mandavano a rotoli l'Italia?

NYY ha detto...

buona settimana!!!
Mi sono ripreso il mio terzo posto ... da Astro!

Kaishe ha detto...

Lucaaaaaaaaaaaaaaa... dov'eri finito???

STEFY ha detto...

Anche voi avete l'obbligo del libro unico ????

Kaishe ha detto...

Per fortuna non "transita" da me... ma è obbligatorio per tutti da gennaio (se non sbaglio)!

Ma non è una SEMPLIFICAZIONE???

STEFY ha detto...

Boh......
non saprei se serve per rendere più semplici le cose....

ma in questo momento sto leggendo 6 pagine di notizie su come adeguarlo al mio computer......
e scegliere le varie A - B o C come modalità di tenuta.....

Kaishe ha detto...

Tira i dadi... stai meno tempo!

Viviana B. ha detto...

Che belli i tuoi post, sempre così profondi, pensati e... pensanti!
"Conosci te stesso!" è un imperativo che accompagna l'uomo fin dagli albori della civiltà, ma è un imperativo a cui non è facile dare seguito e spesso si trasforma nell'interrogativo "Conosci te stesso?".
Troppo spesso, invece, sia imperativo che interrogativo vengono ignorati, fagocitati dalla frenesia vuota dei nostri giorni.

Un grande abbraccio!

Kaishe ha detto...

Con i miei gruppi di catechismo, rifletto spesso sulla differenza ESSERE / APPARIRE ...

In una riflessione che dovevamo far diventare commento da fare in Chiesa davanti alla Comunità, abbiamo coniato il termine APPARESSERE!

Sta di fatto che sono sempre più convinta che l'essenza sia difficile da catturare... ma sono altresì convinta che se mettessimo sui piatti della bilancia quanto peso abbiano le due "cose" in questo momento storico... il piatto dell'ESSERE ondeggerebbe molto in alto...

fox05 ha detto...

BUONGIORNO



chi sono io....eh! bella domanda.....


...facciamo così per oggi sono una che passa di quà vi saluta e vi augura una buona giornata...

...poi per il resto della vita vedrò chi essere

Mamit ha detto...

Kai, non è che avresti la domanda di riserva??
Sono un po' rimbesuita da tosse-notturna-che-mi-impedisce-di-riposare, vengo qui per augurare una buona settimana e ... zaccheté.
Domandona difficilerrima, ma ancor più difficile sottrarsi alla risposta.
Me lo chiedo abbastanza spesso qual é il "senso della mia vita", e la risposta è più o meno lusinghiera, dipende in che periodo sto nel momento in cui m'interrogo. Non ho fatto cose straordinarie - a parte Pupina - non lascerò tracce profonde del mio passaggio, non figurerò tra i "nomi" che hanno creato pezzi di storia; ma so per certo di essere molto importante per alcune persone, di rimanere un ricordo e forse un rimpianto per qualcun'altra, di averne deluse altre ancora.
Ho fatto un bel pezzo del mio percorso, correndo a perdifiato; dimenticando forse di guardare il "panorama" attorno a me, troppo occupata a raggiungere la mèta; ecco, ora cerco di recuperare il "panorama", perchè nell'insieme che riuscirò a mettere a fuoco, troverò anche la mia collocazione.
Un bacio

rosy ha detto...

La tua non è stanchezza, e che tante voci...non sono riuscite a cambiare l'uomo. Il Natale, dovrebbe seere fonte di ricerca profonda invece si riduce a come tutti sappiamo...La penso e la vedo come te!
Buona settimana

Kaishe ha detto...

Bentrovati a tutti...

Lungi da me l'idea di mettervi in difficoltà con una domanda così impegnativa!

Piuttosto è che uso questo spazio come "scarico" dei miei pensieri...
Vada come vada, trovi o non trovi approvazione, mi sento di essere me stessa senza maschere (come accenna l'immagine che correda il post)...

Le vostre risposte le leggo con grande interesse e partecipazione... perchè non siete estranei di passagio, per me!

Però un po' il mio tono è condizionato dal momento che sto vivendo... e che non è dei migliori.

Senza nessuna ragione particolare... solo un periodo (spero)!

Rosy... sono davvero fisicamente stanca. In effetti la ricerca di significato alle Feste finisce per caricarle di mille impegni (parrocchiali... per essere più precisi)!

Viviana B. ha detto...

Sai Kai che anche per me questo momento non è che sia proprio fantastico? Da un lato ci sono io, con il mio modo di sentire e vivere il Natale; dall'altro c'è... tutto il mondo!

Avevo anche pensato di incontrare amici e parenti e dire loro: "Quest'anno ciccia, niente regali! Si riscopre il vero spirito del Natale e si rimane in contemplazione per qualche istante davanti alla ricostruzione del prodigio nel presepe"... Ma Davide mi ha dissuasa. Viviamo nel mondo, ad esso dobbiamo adattarci. L'importante è che questo non prenda il sopravvento su di noi. Ma che fatica, a volte!

Mamit ha detto...

Prendo lo spunto da alcuni commenti, per dire che questo è un Natale "diverso" per molti di noi; o forse sentito tale da chi, come noi, ha una sensibilità particolare. C'è nell'aria e nella concretezza quotidiana un malessere che parte dalle difficoltà pratiche (economiche in primis) per poi estendersi a raggiera a "tutto". Vediamo intorno a noi persone in difficoltà, barbarie di vario genere, disillusioni e amarezze.
Vorremmo che, per magia, il Natale annullasse tutto questo, ma quest'anno sentiamo, invece, che il Natale avrà il potere di mettere ancor più in evidenza i dolori di molta gente. E chi, tutto sommato, non ha grossi motivi per lamentarsi, ha quasi pudore di "festeggiare".
E poi, diciamocelo, è stato un anno veramente pesante, continuamente in bilico tra ottimismo e pessimismo; un lungo e lento logorìo che, alla fine, ci fa sentire spossati, stanchi di una stanchezza non solo fisica.
Potrebbe essere il Natale da cui ripartire per avere più coscienza di sè, per far pulizia di tante cose inutili che soffocano l'essenziale, per guardare e guardarsi con occhi nuovi, anche più benevoli.
Ritrovare la propria "dimensione" potrebbe essere il vero regalo da farsi.

Balua ha detto...

.. ma io davvero non c'ho parole.. Ai dipendenti dei pubblici uffici (.. scusa Angie.. ) va tutta la mia ira, oggi!!!

Secondo voi.. se nel sitO dell'INPS (.. non del blog di balua o di Kay.. ma nel sito UFFICIALE dell'inps.. ) c'è scritto che è aperto il lunedì dalle 9 a mezzogiorno e dalle 14 alle 17...

.. secondo voi, che cosa posso aver detto quando dopo aver fatto 75 km sotto l'acqua scrociante, 1 km a piedi senza ombrello, arrivo là e mi trovo un cartello con scritto:

"DAL 30 GIUGNO IL LUNEDI' SIAMO CHIUSI" ???

EH??

EH??

Kaishe ha detto...

Immagino bene, Balua...
Del resto questo è l'andazzo... e queste sarebbero le vergogne da sanare.
Invece, a proposito dell'età pensionabile, il caro risparmiatore ne ha pensata un'altra: le impiegate del pubblico possono chiedere di stare a casa dal lavoro, percependo uno stipendio in percentuale (tipo cassaintegrazione) e avendo la maturazione dei contributi...

E dato che questo blog, fin che me lo consentono, è di mia gestione e responsabilità:

BRUNETTA... MA VAFFANCULO, VA'!!!!!!!!!!!!

Kaishe ha detto...

In tema...
Sole 24 ore di oggi. Titolo in prima pagina:

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Sfuma la soppressione degli Enti inutili





Non commento... forse è meglio!

angie ha detto...

E a proposito di statali e enti inutili...

rullo di tamburi...

ECCOMIIIIIII

Viviana B. ha detto...

@ Balua

"I dipendenti pubblici, nell'esercizio delle loro funzioni, devono garantire non solo il rispetto delle norme contrattuali ma una piena adesione ai valori che presiedono l'azione delle pubbliche amministrazioni. Innanzi tutto l'interesse pubblico.

Ma anche comprensibilità e affidabilità nelle comunicazioni, nelle dichiarazioni e finanche negli atteggiamenti, in particolare, riguardo ai contatti con il pubblico e ai rapporti sociali".


Più di questo non saprei che dire...
Mi dispiace. E mi spiace anche constatare che per alcune mele marce, come di consueto, è l'intera categoria (qualunque categoria possa essere) a pagarne lo scotto.

angie ha detto...

comunque qui è uno schifo, c'è gente che veramente non fa un cazzo dalla mattina alla sera e poi si lamenta dalla stanchezza.

Ecco.
Io per fortuna sono in un assessorato bello: le politiche sociali, quantomeno qui si lavora incessantemente dalle 8 e 15 alle 7 di sera.
E poi, insomma, vi pare che se io cambio lavoro vado a riposarmi almeno un pochino?

Kaishe ha detto...

Ci ri-sono pure io....

Ma sapete che a me - e parlo di lavoro - è sempre capitato di trovare dall'altra parte persone disponibilissime?

E non solo a livello locale: provincia piuttosto che Regione... pure agli eventuali Ministeri romani..

Infatti, spero che non si sia interpretato che il problema siano i dipendenti... il problema è il SISTEMA!!!

Kaishe ha detto...

E comunque fior di fannulloni li trovi anche nel privato... e, come nel pubblico, sono quelli meglio "difesi" da raccomandazioni e favoritismi...

Da queste parti, per dirne una, gli intoccabili sono i calciatori... pure le schiappe!

Anonimo ha detto...

.. si ma nel privato almeno non li paghiamo noi!!

Cioè.. dico..
da sabato son disoccupata e prima presento domanda di disoccupazione prima la percepisco.. OK??

L'ufficio del lavoro (PUBBLICO pure quello) viene nel mio paesello SOLO il lunedì pomeriggio.. cioè oggi.. ma due anni su due che l'ho chiesta (sarò sfigata io.. ) QUEL lunedì pomeriggio che serviva a me NON C'ERA!! senza cartelli e senza nulla.. E così per due anni perdevo due giorni.. Il lunedì così per colpa loro, il martedì per andare a Imola ad iscrivermi al collocamento e FINALMENTE il mercoledì all'inps..

Quest'anno NON MI VOLEVO FAR FREGARE DEI GIORNI!! E sono andata DIRETTAMENTE a Imola sta mattina..

.. ma se non son lampi son tuoni..
NO??


ma va bene così.. tanto FAI DIVERSO!!!

balua

lizzie ha detto...

Passo solo veloce per un saluto....


CIAO A TUTTI!!!

PAOLA ha detto...

KAI
che senso ha la mia vita?

Arrivata a questo punto posso ben fare qualche bilancio e ci voglio metter dentro tutto ciò che ci può stare nella vita di una persona che ha avuto, come la maggior parte di noi, di tutto un po', nel bene e nel male.

Il mio senso più profondo non posso che trovarlo nelle vite che ho creato: le mie figlie.

Adesso che stanno piano piano staccandosi dal nido ed io le guardo fare i loro passi incontro al mondo "sbirciandole" di nascosto, guardandole allontanarsi dietro il vetro, la mattina, mentre camminano chiacchierando e ridendo finchè la curva non le nasconde al mio sguardo, ecco, io guardo loro e so che il senso più vero della mia vita, rovistando tra le mille cose di
cui si è riempita, sono loro.

aquila ha detto...

io passo per un saluto al volo..vado a fare la doccia e poi mi butto a letto che stasera sono cotta....oggi è successo veramente di tutto un pò...devo ristabilire un ordine nel mio mondo...(il ke si preannuncia come impresa ardua)...Insomma è la prima volta che mi siedo davanti al pc con il cd di Stacie Orrico che scorre e mi guardo attorno e vedo solo un indecifrabile casino...ma non solo all'esterno, anche dentro me anche se bene o male sò cosa sono e cosa voglio il punto è che se voglio una cosa la voglio ora e il non poter ottenere sempre tutto e subito e magari pure facilmente mi urta...quando invece dovrebbe stimolarmi a dare il meglio per ottenerla....
Lato caratteriale sul quale c' molto da lavorare questo...




mami ti chiedo scusa sto commentando qui in modo lunghissimo e probabilmente pure fuori luogo...in effetti avrei potuto crearci un post su questo commento che ho scritto....

baci e dolce notte

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!