martedì 20 ottobre 2009

Parolacce e paroleccamenti

Non posso negarlo. Ultimamente mi sono lasciata andare a una cattiva abitudine. Se ripenso ai miei genitori e a quanto ci tenessero al che ci comportassimo a modo e fossimo sempre "eleganti"... Il rimprovero più duro che papà ci faceva consisteva in una parola secca: INeducate! ... e poi aggiungeva: Chè certo non siete state MALeducate.
In questi tempi, però, l'ascolto di parole poco fini non scandalizza più. E nemmeno il loro utilizzo.
Ci si giustifica dicendo che sono liberatorie... e, invero, dopo aver preso un colpo (per esempio) urlare una parolaccia, anche di carattere sessual-corporale, è una forma di sfogo funzionante.
Personalmente, poi, trovo molto più volgare le parole usate per arrufianarsi qualcuno o per spuntare favori e favoritismi.
E anche di quelle se ne sentono a iosa!
Certamente non è una giustificazione esaustiva e il confine tra educazione e cafoneria mi è ben chiaro... ma qualche volta non sconfinare richiede uno sforzo eccessivo. Uno sforzo che non mi va di fare. Talvolta uno sforzo che non ritengo necessario e nemmeno utile.

Perchè questo argomento oggi?
Perchè, citando il poeta, "galeotta fu la parola e chi la disse".
Anche perchè bisogna chiarire bene proprio "chi la disse". E, ovviamente, come la disse, in che contesto la collocò e di che valenza la caricò.
Per non parlare della bocca dalla quale uscì...
In questi giorni, dunque, alcune parole rimbalzano di bocca in bocca, su palleggio di personaggi dei quali ho la massima disistima, e si colorano di sfumature che, sommate alle precedenti e alle seguenti, ne travisano il significato.
Io ne sono passiva protagonista.
E fortunata fruitrice.
Perchè se è vero (come è vero) che le parole feriscono più della spada, è anche vero che chiariscono molte idee... In questo caso mi hanno procurato un senso (certamente non calcolato nè, tantomeno, voluto) di sollievo e liberazione.
Ad ogni modo non sento il bisogno di aggiungerne delle mie... men che meno paroleccamenti!


9 commenti:

Balua ha detto...

UN EDUCATO BUONGIORNO!

il monticiano ha detto...

Come ti capisco. Starei tutto il giorno a dirne a bizzeffe ma qui a casa ho preferito sempre non usare parole o termini volgari, però quando esco fuori, ove dovesse capitare l'occasione, mi sfogo.
Certo quando le dico nei confronti di chi mi appare in TV, e tu sai a chi mi riferisco, bè non ne posso fare a meno e lo mando, lui e tutto il suo contorno, giornalisti
compresi, diciamo a...quel paese.!

Gabry in blog Belella ha detto...

Hai proprio ragione Kaishe, uno cerca sempre di avere rispetto nei confronti degli altri evitando di rasentare la volgarità, ma alcuni personaggi te le tirano da dentro l'anima ed allora un bel vaffa liberatorio ci vuole proprio....ahahah!!!

Un saluto e buona giornata!

NYY ha detto...

Spesso, molto spesso un VAFFA lo penso ma non lo dico...

aquila ha detto...

Ohy mami certo che se volevi fare un post enigmatico questo con questo c'hai preso alla grande,a dire il vero pur conoscendo la situazione non sò se è lì che volevi andare a parare o non andarci a parare proprio...insomma non c'ho capito assolutamente niente ma non importa...ci vediamo sabato se non muoio prima

Gabry in blog Belella ha detto...

Un saluto Kaishe e buona giornata!

Kaishe ha detto...

Buongiorno.
Giorno??? Insomma...

Fuori è ancora buio e piove a dirotto. Non fa freddo, ma comunque lasciare il tepore delle coperte per avventurarsi nella nuova giornata non è stata la prima scelta. Piuttosto l'adesione al detto "Prima il dovere e poi il piacere". Per chi ci crede ancora!

Comunque è giovedì... siamo in vista del traguardo settimanale.

Fate i bravi... se potete (citando San Filippo Neri)

don luca ha detto...

Troppe parole, belle e meno belle, che uccidono il silenzio e la Parola.

Credo che molte ci scappino perchè ci siamo un po' lasciati scappare il tesoro!

Complimenti per questo spazio!

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno Kaishe , qui ha diluviato tutta notte, speriamo solo che non abbia fatto danni...

Un saluto e buona giornata!

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!