martedì 29 luglio 2008

Un paese di temporali e di primule

...
Chi parte da Venezia, dopo un viaggio di due ore (se prende l’accelerato, magari quello del sabato sera pieno di studenti e di operai) giunge al limite del Veneto e, per dissolvenza, entra nel Friuli.
Il paesaggio non sembra mutare, ma se il viaggiatore è sottile, qualcosa annusa nell’aria.
E’ cessata sulla Livenza la campagna dipinta da Palma il vecchio e da Cima.
Le montagne si sono scostate, a nord, e appiattite a colorare il cielo di un viola secco, con vene di ghiaioni e nero di boschi appena percettibile contro il gran velame; e il primo Friuli è tutto pianura e cielo.
Poi si infittiscono le rogge, le file dei gelsi, i boschetti di sambuchi, le saggine, lungo le prodaie. I casolari si fanno meno rosei, sui cortili spazzati come per una festa, coi fienili tra le cui colonne il fieno si gonfia duro e immoto.
Ma è specialmente l’odore - che fiotta dentro lo scompartimento svuotato - a essere diverso. Odore di terra romanza, di area marginale. Sulla dolcezza dell’Italia moderna c’è come il rigido, fresco riflesso di un’Italia alpestre del sapore neoplatino ancora stupendamente recente...

Il Tagliamento scorre per questa pianura in un solco singolare di ghiaia, largo talvolta fino quasi due chilometri, e di una bianchezza abbacinante, e i rari rami d’acqua verdognola che lo venano hanno una segretezza, una frescura di antri alpestri.
Corrono via imperturbabili, tra le nitide rive di sassi, raccolte nel loro mormorio appartato, immense nel fitto discorso sussurrato in una lingua straniera, non friulana, non veneta, non carnica – lingua senza confidenze, tutta presa dalla luce e dagli spazi. Gli argini invisibili trattengono fuori da questo tiepido Sahara la tumultuosa folla delle vigne, dei gelsi, dei boschi cedui: una leggera polvere verde li indica immersi nell'orizzonte.
E a nord ancora monti.
Ma questa volta nascono dal Tagliamento come un piedestallo di marmo bianco. Le loro curve massicce s’incarnano di colori più freddi; da Est a Ovest sono una muraglia viva di solitudine e di distanza.
Ora se la lingua è il genio di una terra, questa parte del Friuli compresa fra il Tagliamento e la Livenza, ai piedi dei monti, sarebbe deserta fino al punto di non possedere uno spirito particolare...

Pier Paolo Pasolini:
“Un paese di temporali e di primule”

32 commenti:

gabry ha detto...

Primaaaaaaaaaaaaaa

gabry ha detto...

Buongiorno stamattina non mi prendevano i commenti ma non solo da te quindi credo che dipendesse dalla piattaforma di Alice.
Per il momento ti lascio un bel saluto per una buona giornata, poi tra poco ritorno e mi leggo con calma il post perchè ancora devo dare il buon giorni agli amici dell'altra piattaforma.
Gabry

Roberta ha detto...

secondaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

fffffffoooooooooooooooooxxxx

tiè

liguria 1 - puglia 1
incassa và

Roberta ha detto...

uuuuuuuuu sento profumo della montagna...
avevo intenzione di leggere pasolini da una vita, lo volevo leggere e non ho mai provveduto...soprattutto in sto periood che mi aggiravo per la feltrinelli (ci sono stata ben 4 ore) e non ho trovato niente, senza pensare che avevo un autore da scoprire...
tu per caso puoi consilgiarmi qualcosa così vado sul sicuro?

STEFY ha detto...

TERZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA, dopo leggo...

gabry ha detto...

Bellissima la descrizione che Pasolini fa della terra che in un certo senso l'ha adottato da bambino, tanto bella e particolare fin nei minimi dettagli, ne decanta persino i profumi, deve averla amata veramente questa terra friulana se la decanta come se stesse descrivendo una bella donna.

Un saluto Kaishe.

STEFY ha detto...

Chissà se prima o poi, anch'io vedrò le montagne della Carnia ???

STEFY ha detto...

LICIA, PER LA TUA GIOIA, PER LA MIA, E PER QUELLA DI QUALCUN ALTRO, TI HO ASSEGNATO UN PREMIO....

PASSA A RITIRARLO.

Mibemolle ha detto...

tu già lo sai quanto mi piace e mi affascina la tua terra......

Balua ha detto...

.. domenica, in rai, la trasmissione giù al nord era tutta dedicata al Friuli e ai friulani, nati o adottati....

Kaishe ha detto...

Linda... l'ESEERE FRIULANO è proprio una definizione di SPECIE...
Peccato, non ho visto la trasmissione di cui parli!

Federica... io conto che il fascino che esercita la mia Terra finirà per attirarti qui... Chissà!

Roberta... io ero convinta che Pasolini non mi piacesse... e lo snobbavo per altre sue "qualità"...
Adesso sono estremamente orgoglioso che sia figlio (pur solo per via materna) della mia Terra.
Direi che ciò che piace a me è illegibile per chi non parla la nostra lingua... ma tu potresti senz'altro provare con "Ragazzi di vita"... che oggi è sicuramente meglio accetto giacchè (per fortuna) molti pregiudizi sono oramai morti e sepolti...

Mamit ha detto...

Vivi in una ragione fantastica, che conosco troppo poco; ma di questa regione so che è aspra, dura da vivere ma facile da amare, piena di contraddizioni e che bisogna scoprire con gli occhi del cuore.
La gente di montagna è gente speciale. E lo so ben io, che ho una mamma "montanara".

Ciao, Kai

Mamit ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mamit ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Kaishe ha detto...

Ciao Mamit!

Ciao Mamit!!

Ciao Mamit!!!

La mia Terra si è molto trasformata, rispetto alla letteratura che la descrive...

Direi che la "spaccatura" fra un prima e un dopo è rappresentata dal terremoto del 1976...

Ma forse il cambiamento è semplicemente inevitabile!

aquila ha detto...

premesso ke non ho letto il post...sai mami qual'è la mia paura?? la mia paura è ke pian piano la nostra terra venga invasa e che lo splendore e la pace che bene o male la caratterizzino svaniscano,a chi mi dice che tutto sommato vivo in un oasi felice rispondo che è relativamente vero. Qui ci sono i disagi caratteristici delle terre di montagna, ma c'è uno stretto contatto con la natura...quello che mi preoccupa è che l'incoscienza dell'uomo possa portarci via questo...la natura...la pace che essa emana...
E' vero che spesso dico che il mio sogno è trasferirmi altrove,perchè la gente di qui è troppo dura, ma è anche vero che lontano dai luoghi dove sono nata non sò stare,magari vado a vivere altrove ma già sò che di tanto in tanto torno alle origini...
Ecco io credo che l'elemento che ci caratterizza maggiormente,come popolo carnico,sia proprio questo nostro attaccamento alle nostre origini

Mibemolle ha detto...

mio padre venne in Friuli per il terremoto,o meglio, per l'emergenza dopo le prime scosse, tra maggio e luglio
ancora non c'erano i coordinamenti di Protezione Civile delle Prefetture e di queste cose mediamente se ne occupava l'Esercito e la Corce Rossa...
io dovevo nascere, mia madre era incinta di sette/otto poi nove mesi :)
mio padre mi racconta sempre che tutte le sere, quando chiamava casa, nel refettorio calava il silenzio... quando poi poi tornava nel refettorio, tutti i volontari e militari facevano il coro "è nato????" (non sapevano fossi femmina)...

Fece appena in tempo a tornare a casa per la mia nascita :)

Kaishe ha detto...

Invece io, cara Fede, l'ho vissuto quel tempo così strano, tenero e pauroso insieme... e ricordo i volontari che aiutavano senza mai chiedere di far pausa... e spesso con le lacrime a offuscar loro la vista...

Devi proprio tornarci, allora... magari proprio con lui (se se la sente... spero che stia bene... te lo chiedo poco ma ci penso spesso)

Mibemolle ha detto...

per star bene sta bene (entro i soliti limiti , ma alle volte a lamentarsi si fa veramente peccato, chè di gente che sta veramente male è pieno)
un viaggio così lungo non lo farebbe però :(, gia la mattina è un impresa andare insieme a fare la spesa :))))


Baci

p.s. io però un pensierino.......

Mamit ha detto...

Non so cosa sia successo, invio multiplo ... ho provveduto a cancellare l'eccesso ...
Io ero a 3 mesi dalle nozze, quando ci fu il terremoto, e mi ricordo bene le scosse, il nostro cagnolone inquieto, e la nostra fuga da casa vedendo il lampadario oscillare ....
solo qualche ora dopo, compresi che tragedia era successa e mio cugino partì quella mattina stessa per venire in aiuto ... l'avrei fatto anch'io, ma avevo un'altra "emergenza" da fronteggiare ... ;-))

gabry ha detto...

Buongiorno Kaishe e buona giornata.
Gabry




PS- in questi giorni sto provando a telefonare a Poldina, sul cellulare, ma o è staccato oppure nessuno risponde, sono un pò in pensiero, speriamo che oggi riesca a parlarci.

fabio ha detto...

prosa sublime

buonagiornata Kai

Mikamarlez ha detto...

devotamente grata per i consigli sul frico, passo a rendere omaggio...io ho lavorato a Codroipo e vonosco abbastanza bene òle bellurie friulane perché sono tre anni che torno e torno volentierissimo...della pioggia non me ne parlare: nel mio lavoro (archeologa) la pioggia è un incubo: ti blocca per giorni o, se ti va bene, perdi solo una mattina a svuotare coi secchi..per cui, ti dico solo che quest'anno la pioggia friulana mi ha fatto impazzire!!!! Grazie ancora per le dritte e un bacione...Lety

NYY ha detto...

Sono 2 anni che non mangio + il frico!
Mi piace un sacco ma non quello sottile, perche' una volta mi hanno fregato ero in un paesino e mi hanno datto quello sottilissimo... e Secco!
Buona giornata!

Kaishe ha detto...

Lety... devo approfondire la conoscenza... mi sa che ripasso da te!

NYY... bisogna specificare "frico di patate" altrimenti si intende quello friabile di SOLO formaggio.

NYY ha detto...

io non ero esperto e mi hanno fregato ...
Cmq il Blog di Pepe non esiste + ....

Kaishe ha detto...

Ho visto... l'ha proprio cancellato.
Era partito così di buona lena... speriamo che passi da Astrosio così almeno sappiamo che non era solo un miraggio estivo.-

Mikamarlez ha detto...

ritorno di qua..a Illegio non sono mai stata (il posto più a nord dove sono stata è Gemona), però lì gli scavi sono d'età medievale, io invece mi occupo di protostoria e quanto a protostoria il friuli e la carnia offrono molto: era crocevia tra il resto della penisola e i balcani...ci sono villaggi fortificati un po' ovunque: solo a Codroipo sono 2! Per qualche informazione in più puoi andare sul sito della società friulana di archeologgia http://www.archeofriuli.it, ma se vuoi sapere anltro, scrivimi pure...se vuoi anche all'indirizzo di posta che trovi nel mio profilo. un abbraccio. lety

jack ha detto...

Bellissime immagini associate alle altrettanto bellissime parole di Pasolini.
Buona giornata e buona settimana.Ciao,a presto ;)

fox05 ha detto...

ciao zia..sono di corsa....ti ho mandato una mail!!!

Paola dei gatti ha detto...

un premio per te da parte dell tribù

oggi ho raccolto un trovatello, un cagnetto disperso in mezzo al traffico. quando sarà meno spaventato metterò la foto sul blog

Paola dei gatti ha detto...

per cortesia, aderisci anche tu?
grazie
Se vedi un animale abbandonato invia un SMS al
334.105.10.30
E’ un' iniziativa di Autogrill e Polizia Stradale.
http://www.prontofido.net/
Copia questo testo e postalo nel tuo blog
Copia questo testo ed invialo via sms e via mail ai tuoi amici e conoscenti
grazie

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!