martedì 27 gennaio 2009

Nart da Conte

"Nart da Conte, cu la cjamese onte,
cul ciapiel di pàe, viva la canaè"...
I bambini del paese si divertivano a canticchiare questa sciocca filastrocca al passaggio dell'uomo, o a sbeffeggiarlo con il soprannome di "Nape", aspettando la sua, scontata, reazione.... e infatti non rimanevano delusi.
Nart si infuriava e cominciava a minacciare i bambini riservando, nel contempo, fiato anche per sfogarsi con qualche bestemmione verso il cielo.
Più raramente capitava che qualche bimbo, al contrario, lo salutasse riservandogli perfino un sorriso: "Buinesere, Nart..." ma la sua reazione non era molto diversa: "Perchè non hai paura, tu?" urlava, facendo sobbalzare il piccolo al quale qualche adulto aveva suggerito di essere gentile con quel signore curioso che faceva la spola tra casa e osteria parlottando fra sè e sè...
In effetti, non erano molti gli adulti che perdevano tempo a spiegare ai bimbi come mai Nart si comportasse così...

Nart aveva nel suo passato esperienze alle quali non faceva mai riferimento, ricordi che non aveva voluto condividere con alcuno.
Lui era nato nel 1921...
Poco più che ventenne era stato catturato dalle S.S. mentre si trovava a Tolmezzo, il paesotto più grande della Carnia, a 6 km dal piccolo paesino di Fusea nel quale era nato e dove viveva.
Chissà se i suoi avevano avuto subito notizie di questo figlio uscito di casa al mattino e non rientrato?
Chissà se si erano rassegnati a non vederlo più?
Chissà come aveva accolto il ritorno del ragazzo e le condizioni fisiche nelle quali si trovava?
Di certo nulla era trapelato dalle mura della casa... e forse tutto quello che si raccontava lui avesse subito negli anni di assenza, era colorito di fantasie e supposizioni.
L'unica certezza era il luogo nel quale aveva trascorso il tempo infinito della sua invisibilità alla vita normale: Mauthausen...
Le scarne confidenze riguardavano il ricordo della liberazione e il viaggio di ritorno, a piedi, camminando di notte e nascondendosi sui rami degli alberi di giorno...
"Nart da Conte, cu la cjamese onte,
cul ciapiel di pàe, viva la canaè"...
Gli anni avevano visto crescere i bimbi che stuzzicavano Nart con questa filastrocca... e aveva visto Nart chiudersi ancora di più nel suo mondo.
Adesso lo si vedeva seduto sui gradini della casa della nipote che si occupava di lui.
"Cemùt stastu, Nart?"
"Ben jò... cui sestu? No vjot trop, ormai..."
Un giorno Nart, seduto sui soliti gradini, aveva tra le mani un pacchetto... Aspettava che passasse una bambina... Beh, oramai era una donna e aveva 2 figli ai quali insegnava che "Nart ha sofferto molto... dovete guardarlo con rispetto anche se compie gesti strani... e volergli bene per ricompensare il tanto male che ha ricevuto."
Quando l'automobile si fermò sul bordo della strada e la donna scese, Nart le porse il pacchetto: "Sono vecchio, ormai, e aspetto solo di morire... questo voglio che sia tuo perchè sono sicuro che lo leggerai"... il pacchetto conteneva un cofanetto con 4 libri "Il processo di Norimberga"...
"L'ho letto, Nart... e ti penso spesso... e proprio a te dedico questo ricordo nel Giorno della Memoria della Shoah".

64 commenti:

balua ha detto...

.. Un bellissimo ricordo..
Notte notte

Kaishe ha detto...

Buongiorno a tutti.

Già... a dire la verità ho voluto bene a tutti gli anziani del paese.
E mi sono sentita "coccolata" da molti.
Quanto ai rapporti umani, ritengo di aver avuto un'infanzia privilegiata.

E mi ricordo sovente di ciascuno di loro...

Gabry in blog Belella ha detto...

Bellissimo questo racconto basato su ricordi ed emozioni che vede come protagonista una persona che ha vissuto sulla propria pelle tutta la tragicità di quegli eventi che noi oggi ricordiamo solo perchè molti come Nart ne sono stati testimoni in prima persona.

Un saluto Kaishe e buona giornata.

NYY ha detto...

Buongiorno, post bello quanto triste, stavo ancora pensando a scamorza ...

Kaishe ha detto...

Luca... vengo pure io or ora dal blog di Astrosio...

Nart, per altro, era una persona astrusa anchechenò... solo che non lo sapeva e credo abbia sorriso pochissimo nella vita.
Vorrei aver avuto le intuizioni giuste per rasserenarlo...

angie ha detto...

Ciao a tutti.
Quanto mi piacciono queste storie di paese. Anche io ne avei un sacco da raccontare, ma sono troppo triste.

Kaishe ha detto...

Ciao Angie... lo sapevo che ti piacciono...
E' vero che la maggior parte sono tristi, però per quanto io ho goduto e amato dei racconti quando ero bimba, cerco di continuare questo solco di tradizione del racconto delle vite vissute vicino a noi.
Proprio pochi minuti fa con il Capo stavamo dicendoci quanto si stava bene quando il televisore rimaneva spento - o non c'era proprio - e si ptrascorrevano le sere ad ascoltare i nostri anziani che ricordavano.
Di sicuro erano momenti più formativi di qualunque trasmissione televisiva attuale!

balua ha detto...

angela perché sei triste?

rosy ha detto...

Ciao mandi, le storie vissute sono sempre belle e anche se a volte so triste...ma è nella tristezza che molte troviamo tanta ricchezza....

Ho letto il tuo commento sull'arte...vero... questo periodo non è tra i più floridi per me...
Aspetterò tempi migliori per aggiornarlo.

Da noi piove sempre, quanta tristezza mi da la pioggia e pensare che un tempo...non ci facevo caso, con l'età tutto diventa più pesante.

Un bacio.

Gabry in blog Belella ha detto...

Cara Kaishe il piccolo branco e più di un mese che poltrisce ed io con loro... qui non fa altro che piovere, anche questa mattina e giù acqua a tutto spiano, e uscire con loro dopo significa asciugarle e con le foltissime pellicce fatte di pelo e sottopeloche si ritrovano, ti dico che allegria, anche perchè non amano essere ne spazzolate e ne asciugate e quindi ti lascio immaginare tenendo anche presente che ne sono tre...ahahah!!!
aspetta........ sento un frastuono.....
evvai!!! adesso non piove più.... ma grandinaaaaaa... evvai!!! ... se prima l'umore stava per annegare adesso con la grandine credo che abbia ricevuto il colpo di grazia finale ....ahahah!!!!

Ciao Kaishe!

Paola ha detto...

Molto bello il tuo racconto-ricordo: pieno dell'umanità che ti contraddistingue.
Ieri ho visto il tuo passaggio da me...ma non ce l'ho fatta a venire subito a trovarti.Sono in un periodo un po' "indaffarato" se si può dire...
Comunque sto abbastanza bene, grazie, e tu? Leggerti è sempre un piacere enorme.
Ti abbraccio con tanto affetto.

angie ha detto...

sono triste per un sacco di buoni motivi Linda.
ma niente a che vedere con Ambrogio, ovvio.
Mi manca tanto Cri...

angie ha detto...

nooooooooo, il collega si spupazza un'altra!!!!

Viviana B. ha detto...

Bellissimo racconto. Infinita la delicatezza che sempre contraddistingue le tue narrazioni.
Davvero qualcosa su cui fermarsi a riflettere.
Ciao dolcissima Kai, buona giornata!

Kaishe ha detto...

Sarà il mal di testa... sarà il clima nel quale sono cresciuta... sarà che ognuno di noi è prigioniero di qualcosa.
Ho riletto il post a caccia di errori di ortografia (ce ne sono sempre), e ho finito per piangere.

luly ha detto...

I ricordi servono, talvolta, a farci diventare migliori.
Con affetto, a presto.

angie ha detto...

Kai, ma fammi il favore che qui è pieno di gente che si spaccia per giornalista che darebbe un rene (era tanto evidente che parlavo di me?) per scrivere quanto meno similmente a te...

Kaishe ha detto...

Angie... non scherzare!
Sai che a parlare con i complessati non se ne viene a capo...
Invece sullo scambio io se potessi ne avrei più di uno che sarei disposta ad accettare.
Dove ci si rivolge?
Chiamiamo il doc House?
Andiamo direttamente in America così abbiamo pure Obama???

angie ha detto...

propendo per il doc...

Balua ha detto...

Angie.. bacIetto con la I da gnuranta, così spero di darti un po' di allegria..

Kaishe ha detto...

Angela... ho un messaggio promozionale per te.

Il 12 febbraio, a Venezia, Mauro Garofalo e MORGAN presentano il libro "IN pARTE MORGAN"...

Di più non saprei, ma se fai un po' di investigazioni magari scopri pure DOVE...

angie ha detto...

Zia Baluaaaaaaaaaaaa

angie ha detto...

SDENG!

Kaishe ha detto...

Cielo... cosa ti ha fatta "sdengare"?

angie ha detto...

libreria Mondadori...

...sdeng era per la perfezione del periodo. A breve vi presenterò il mio promesso sposo.

Kaishe ha detto...

Vedi che è meglio se resti "libera" fino alla richiesta di matrimonio?

Non vedo l'ora di conoscerlo... sarete una coppia scintillante!!!

angie ha detto...

hi hi hi...

Viviana B. ha detto...

Un nonno rifugiato in Svizzera, una nonna che un giorno aveva dovuto lasciar il lavoro in fabbrica, come tutte le sue colleghe, per andare a sventolare bandiere in piazza all'arrivo del Duce, una bisnonna che aveva dovuto dare la propria fede d'oro per il bene della patria... Credo che in ogni famiglia italiana ci sia un buon motivo per ricordare. Ciao.

Kaishe ha detto...

Verissimo Viviana...
Aggiungo che nella mia famiglia ci hanno sempre raccontato e insegnato a ricordare il bene e il male di tutte le parti in "gioco"... perchè nessuno è depositario bella giustizia assoluta, se non il Signore.

PAOLA ha detto...

Buon pomeriggio!!
Chi è che ha voglia di fare un po' di chiacchiere??

Kaishe ha detto...

Io... ci sei ancora?

PAOLA ha detto...

KAI
eccomi, eccomi, eccomiiiiiiiiiiiii

PAOLA ha detto...

Mi stavo un po' impicciando di faccende adolescenziali sui facebook delle ragazze .....

Viviana B. ha detto...

AAAAAARGHHHHHH!!!! No, vi prego, anche voi con Facebook noooooo!!!!
Ma non se ne può piùùùùù!!!
E' più contagioso dell'influenza... A proposito, l'avete compilato il vostro influenzometro? :)

PAOLA ha detto...

VIVIANA
io è tanto se riesco a commentare e buttar giù qualche post ... ma ogni tanto una delle mie figlie reclama il PC per cose urgentissime (....) e quindi mi impiccio un pochetto ....

Kaishe ha detto...

Mi avevano rapita!!!
Ma mi sono liberata per tornare qui a cicalecciare.
Benvenuta anche a Viviana... alla quale dico che io NO feisbùc...

PAOLA ha detto...

AIUT ......
l'influenzometro ha un che di contagioso ....

VADE RETRO!!!!!!!

PAOLA ha detto...

LICIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Kaishe ha detto...

Non scherzate con i contagi.
Mio figlio grande è a letto con la febbre. Alle 13 aveva un bel 38,7... e forse questo spiega perchè non mi sentivo troppo in forma nemmeno io.
Speriamo di non soccombere.

Kaishe ha detto...

PAOLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

PAOLA ha detto...

Come stai? Come va? E il mal di testa??????

Kaishe ha detto...

Hi hi hi hi hi hi hi hi hi hi hi

Come dico sopra... ma io resisto!

Roccia carnica, sono!

PAOLA ha detto...

Eccaallà!!!

PAOLA ha detto...

Ma sei ancora al lavoro???

Kaishe ha detto...

E certo che sì... devo sfruttare al massimo la permanenza del Capo... ancora 4 giorni all'alba!

E devo anche finire un lavoro che ho per le mani.

PAOLA ha detto...

Anzi A LAVORARE come dice una persona che tu conosci ben benino.

Alcuni dicono vado AL LAVORO...

Altri vado A LAVORARE ...

c'è una differenza sostanziale ...

Un particolare che ho notato una sera parlando al telefono con il marito do una mia cara amica che in quel momento era appunto A LAVORARE .....

PAOLA ha detto...

hi hi hi hi hi hi hi

cappitto mi hai?????

Kaishe ha detto...

Ecco... lui non mi ha mai detto cosa aveva risposto.
Tanto da farmi temere che si fosse "comportato male"...

Ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha

PAOLA ha detto...

Ma valààààà

Kaishe ha detto...

Guarda che il tipo è uno burbero... e io lo conosce ben benino.

Ma dimmi delle ragazze e della principessa.

PAOLA ha detto...

La principessa sta in piena crisi ....... il suo papino è ricoverato da qualche giorno e ne sente molto la mancanza, tanto che non vuole più andare a scuola ....

con la seconda ieri sera battaglia epica......

con la prima sembrerebbe tutto a posto ....

Kaishe ha detto...

A questo punto riformulo la domanda:
Come stai tu?

intrigantipassioni ha detto...

... un ricordo bello, che rispetto con il silenzio... in questa giornata...

:-)

PAOLA ha detto...

Ah ah ah ah

Dai, su .... per tirarmi un po' su stamattina sono andata a rifarmi il look, ah sì!

PAOLA ha detto...

E poi sono andata a trovare la pittima ....uuuuuuh ...

il cibo sa di plastica, non si dorme per il continuo via vai e perchè.... il letto è troppo piccolo e si deve mettere di traverso ......

(in effetti, pur essendoci quei letti moderni e superattrezzati, sono fatti per persone di media altezza e lui sbuca fuori coi piedi di lato!!!!!)

Kaishe ha detto...

Io ci sono andata venerdì sera... ma non per cambiare il look, solo per coprire i capelli bianchi che incombono.

Paoletta... devo assolutamente riuscire a far benzina e quindi mi tocca scappare...
Spero di ritrovarti presto.
bacia le ragazze per me.
A Lello il mio pensiero e a te un abbraccio stretto e caldo.

PAOLA ha detto...

LICIA,
buona serata, allora!!!

E come no, a presto mia cara, un bacio.

fabio ha detto...

bellissimo racconto :)

Viviana B. ha detto...

Paolaaaaaa, Liciaaaaaaa!!!!!
Ma come, mi allontano un pochetto dal pc e voi mi scrivete tutta 'sta roba?!?
Come state? Non volevo mica "gufare" parlando di influenza, eh! :-)
E' che davvero Facebook, dopo un'iniziale curiosità (tutti ne parlano, tutti ne scrivono, tutti ne fanno parte... e col mio pc non posso accedervi), mi ha proprio stufata. Non è che faccio come la volpe con l'uva, perchè ora potrei anche accedervi per vie traverse, è che proprio lo trovo già... inflazionato.
Però capisco, Paola, che quando ci si mettono di mezzo impegni urgenti urgentissimi da adolescenti non vi sia via di scampo! ;-)

Kaishe ha detto...

Vivianaaaaaaaaaaaaaa!!!
Ci avrebbe fatto molto piacere parlare con te delle soddisfazioni di non essere su feisbùc... ma pure dei virus influenzali e di qualsiasi altro argomento ci fosse passato per la testa...
Sarà per il prossimo incontro, no?

Ora faccio un po' la marmottina (he he he) e vado a nanna... BUONANOTTE!

Viviana B. ha detto...

Va beh, allora vi auguro anch'io la buona notte e da brava marmottina vado a nanna! :-)
Diciamo che ti (vi) aspetto domattina da me, che si parla un pochetto di monti... (il post l'ho già pubblicato, ma ciciariamo domattina).
'Notte a te, a Paola-desaparecida e a tutti i mici ovunque sparsi!

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno Kaishe e buona giornata, qui oggi non piove ma fa un bel freddo sul Vesuvio c'è una bella spolveratina di neve!!!!

Un saluto e buona giornata.

Viviana B. ha detto...

Buon giorno, Kai, e buonissima giornata a te!
Casini di lavoro mi terranno lontana tutta la mattinata almeno... se "bussi" da me e non mi trovi sai perchè. :-)
Ci si legge nel pomeriggio, salvo complicazioni. Ciao!

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno Kaishe!

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!