martedì 15 dicembre 2009

Mutans Evae nomen...

Da stasera, per nove sere consecutive, nelle chiese del Friuli, i Fedeli si uniranno, fra loro e, idealmente, con i predecessori che hanno tramandato loro questa tradizione, nel canto del "Missus..."
Si tratta delle parole del Vangelo di Luca riguardo all'Annunciazione a Maria, umile ragazzina ebraica, del suo "ruolo" nella realizzazione delle profezie bibliche:
Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emanuele, che significa "Dio con noi".
A parte il fatto che questa tradizione della Novena del Santo Natale mi è molto cara, mi consolerò a cantare un testo al quale (e per fortuna!, dico io) non è stato messo mano.
Cosa che invece, immagino anche con ottime ragioni, è stato fatto sulle traduzioni dei Vangeli.
Senza voler polemizzare con la scelta di cambiare alcune parole solo per renderle più vicine al modo di parlare corrente (esempio recente il Vangelo della seconda domenica di Avvento: ascoltavo Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare... e dentro di me lo citavo Nell'anno decimo quinto... senza ravvedere l'urgenza della variazione), confesso che non mi piace la nuova versione del brano in questione con la sostituzione del saluto "Ave" con un "Rallegrati"...
Perchè?
Grandi Padri della Chiesa hanno letto nel saluto dell'Angelo una sorta di rivalutazione del ruolo della donna nella storia dell'umanità e della salvezza.
Dalla donna della tentazione EVA alla donna concepita senza peccato e appellata con AVE... un gioco di lettere per comporre ben più che una parola.
E io stamattina camminavo di buon passo verso il luogo di lavoro cantando (nemmeno troppo sottovoce)
Ave maris Stella
Dei Mater alma
Atque semper virgo
Felix caeli porta

Sumens illud ave
Gabrielis ore
Funda nos in pace
Mutans Evae nomen

Ave, stella del mare, Eccelsa madre di Dio e sempre Vergine, felice porta del cielo.Accogliendo quell'"Ave"dalla bocca di Gabriele,donaci la pace, mutando la fama di Eva.

19 commenti:

Viviana B. ha detto...

Ta-daaan! E rieccomi!
Ma lo sai che sono proprio d'accordo con te? Ci sono testi che non dovrebbero assolutamente venir toccati! Concordo, ad esempio, sulla scelta di decimo quinto anzichè su quella di quindicesimo...

Per non parlare poi del fatto che per me, quest'anno, Avvento e, in generale, Messe, sono tutte "scombinate"! Dove vivo ora seguono il calendario Ambrosiano, quindi l'Avvento inizia in anticipo, per di più non è ancora stata fatta una sola lettura (neppure una dell'Avvento "tradizionale": niente Annunciazione, niente fuga precipitosa, niente angelo che appare a Giuseppe per rassicurarlo... Sarà che non ci ho ancora fatto l'abitudine, ma 'sto Avvento non lo sto sentendo particolarmente. E me ne dispiaccio molto!

Kaishe ha detto...

Vivi cara... anche per me è un Avvento un po' sotto-tono.
Si da il caso che io abbia litigato con il Parroco e mi sia ritirata "a vita privata".
Però mi mancano l'incanto e l'euforia della preparazione di ogni celebrazione.

Sulla difficoltà ad assistere al rito Ambrosiano quando si è abituati al Romano, me ne faceva regolare rendiconto uno dei "miei" ragazzi che ha studiato a Milano.
Ora si è abituato, ma all'inizio si sentiva davvero spaesato.

Come me davanti a certe traduzioni, per tornare a noi...
Certi Vangeli che ho particolarmente nel cuore e che mi pare di aver sempre saputo a memoria mi fanno sussultare.
Come se mi interrompessero l'ascolto di una melodia che mi stava cullando con dolcezza.

Paolo ha detto...

Capisco questi setimenti... i cambiamenti e le abitudini non sono mai facili da scardinare. D'altra parte però, la Scrittura è stata sempre rivista... prima in aramaico, poi in greco, poi in Latino ecc... Sarà sempre così se vogliamo che "La Parola" arrivi al cuore e alle menti delle persone. Ciao!

Paola dei gatti ha detto...

confesso che le preghiere mi sorgono spontanee in latino e non per deformazione professionale

Kaishe ha detto...

Paola, per me è la stessa cosa.
Il monsignore precedente a questo (un vero uomo... che mi mancherà per sempre) mi prendeva in giro perchè io, nel rivolgermi a Dio, usavo ancora il VOI imparato dai miei vecchi.

Le preghiere, i salmi, i canti in latino hanno un fascino che le traduzioni hanno decisamente sbiadito.

Un po' come il confronto fra le candele di cera e quelle ad alimentazione elettrica...

Oppure - orrore - i caminetti con la fiamma finta... Brrrrrrrrrrrrr

Kaishe ha detto...

E, naturalmente, BUONGIORNO!!!!!!!!!!!

Gabry ha detto...

I cambiamenti sono sempre difficili da accettare specialmente se la vecchia forma è radicata in noi perchè cresciuta con noi... ancora oggi quando canto il Salve Regina puntualmente le parole che mi escono dalla bocca sono in latino, in italiano non riesco proprio cantarla, e più forte di me.

Questo Avvento lo sento diverso, forse il mio spirito in questo momento non è proprio del tutto aperto alla gioia.

Un abbracco kaishe e buona giornata!

Viviana B. ha detto...

Ciao carissima Kai!
Ma dai, come sarebbe a dire che hai litigato col parroco?!? A parte il fatto che mi sembra impossibile che una persona come te possa litigare nel vero senso della parola con chicchessia... al massimo sarà stata una scaramuccia, dai!
Cercate di riappacificarvi...
Un abbraccio grande grande!

P.S. Mamma mia, che roba orribile i caminetti con la fiamma finta! E, a dirla tutta, anche le candele elettriche mi sembrano freddine e finte... Ergo, latinum imperat! He! He! He!

Mamit ha detto...

Ave maris Stella .....

ma ti pare possibile che una, io nella fattispecie, legga queste prime righe e s'inceppi subito pensando alla Maristella G.?
mi frusterei per questa associazione impropria, e ti prego di non considerarla blasfema.
E' solo un segno di quanto virulenta sia l'influenza maiala di certi ministri.
Ma non voglio infettare il tuo bel post; concordo sul fatto che certe tradizioni fanno parte del nostro più intimo tessuto.

Gabry ha detto...

Buongiorno Kaishe un abbraccio!

Kaishe ha detto...

Mamit...
Vergogna! Vergogna! Vergogna!
E te lo dico con amore... chè l'amore vince il male.
Hi hi hi hi hi hi hi hi hi hi hi hi hi

Buongiorno! Sto messa talmente male che non vedo l'ora passino queste giornate e arrivi gennaio.

Anzi, facciamo febbraio

Mamit ha detto...

Mi consenta: l'amore vince l'odio. Così ha detto. Ti prego, non travisare e non cambiare le Sue parole. Altrimenti qui i toni non si abbassano mai. ecchecavolo!

Gabry ha detto...

Un abbraccio Kaishe!

Kaishe ha detto...

Buongiorno... fa un freddo polare.
Stamattina mi si son congelate le orecchie scendendo al lavoro.

Manco cantavo, camminando.
Temevo che avrei emesso le lettere congelate come nei fumetti di Gargantuà e Pantagruel.

NADIA ha detto...

hola querida :D
passo t'abbraccio forte e scappo!!!!
besito!!!!!!!!!!!!!!

Viviana B. ha detto...

Un abbraccio scaldantissimo, allora!
...
Ecco, stai un pochino meglio?
Qui ha nevicato... ma poco poco... e mentre tutti attorno a me imprecano pensando a disagi, traffico, rallentamenti (per tre millimetri di neve?!?), io zitta zitta penso: che bello sarebbe un Natale tutto bianco!
Sssst, però, non dirlo a nessuno, eh! ;-)

Gabry ha detto...

Immagino il vostro freddo perchè anche qui da noi ieri la giornata non è stata male però glaciale, è questa la parola giusta da usare per dire quanto fredda sia stata.

Un abbraccio caloroso Kaishe e buon fine settimana!

Gabry ha detto...

Buongiorno Kaishe un abbraccio e buon inizio di questa settimana natalizia !

Viviana B. ha detto...

Che bello - che bello - che belloooooo!!! Sta ricominciando a nevicareeeee!!!
Ancora un'oretta così e me la svigno dall'ufficio, con la scusa (che poi è verissima, tutt'altro che campata in aria) che se no resto bloccata dalla neve ed impossibilitata a tornare a casa...
Adoro la neve!
Lo so, lo so: fa freddo, diventa quasi impossibile muoversi in città, le auto girano a passo d'uomo e gli uomini a passo di lumaca, i treni ritardano e gli autobus pure... ma quant'è bella e romantica e natalizia la neve?! Rende tutto più bello, persino le squallidissime rotonde cittadine e le biciclette scalcinate abbandonate fuori dalla stazione!
Buon giorno, mia carissima!

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!