giovedì 28 ottobre 2010

Quasi-romanzo felino: il fascino dell'imprevisto

Per certi versi il Regno pareva fuori controllo.
Certo tutto seguiva i soliti ritmi e la vita scorreva come un placido fiume la cui superficie conosceva ben poche increspature.
Ma, ad un occhio attento, non sfuggiva la mancanza di un vero punto di riferimento che servisse da collante della comunità e da punto d'equilibrio fra le diverse personalità esistenti.
Un grande Saggio che avesse la coraggiosa intelligenza di starsene fuori dalle quotidiane scaramucce e l'autorevolezza per imporsi all'occorrenza.
Nessuno lo diceva esplicitamente, anche perchè dirlo avrebbe significato riacutizzare un dolore che non si era mai affievolito e riaccendere la nostalgia per un tempo che non poteva essere più... ma Scodacjut aveva lasciato un vuoto incolmabile.
I quattro abitanti di MomoreLand continuarono per lunghi giorni a stare di vedetta alla finestra sperando che il loro Re potesse far ritorno a casa... ma così non fu.
Talvolta il passaggio di qualche viandante con la chioma candida faceva loro sobbalzare il cuore, ma poi dovevano rassegnarsi che quel bianco fosse solo un'illusione ottica o un piccolo scherzo del sole che amava trarre riflessi luminosi da ciò che i suoi raggi incontravano.
La notte, poi, quando gli umani ponevano delle barriere tra loro e l'esterno, essi si stringevano tutti alla mamma umana e talvolta incontravano Scodacjut nei sogni...
Un giorno avvenne qualcosa che sovvertì il tranquillo tran-tran... Una cosettina rotonda e morbida sgusciò fra i piedi degli umani e si avventò su di loro emettendo dei buffi suoni acuti.
I nostri 4 eroi non sapevano come comportarsi. Esplorarono il cosettino con i loro nasini e ne ebbero una buona impressione. Meno positiva fu l'intraprendenza con la quale il piccoletto (chè di un cucciolo della loro stessa razza si trattava) si accomodò nelle loro ceste e si servì dalle loro ciotole.
Gli umani, da parte loro, se lo passavano di braccio in braccio guadagnandosi qualche non nascosta occhiataccia, soprattutto da parte dei 3 più vecchi abitanti della piccola Comune.
I quali, peraltro, non avevano dimenticato l'illusione d'amore con la quale aveva accolto a zampe aperte l'arrivo del più giovane Jodie.
I giorni passavano e il piccoletto usciva ed entrava a suo piacere... ma i 4 cominciarono a percepire che aveva qualche problemino di "tenuta", per così dire.
Anche gli umani se ne accorsero e si consultarono l'un l'altro sul da farsi.
Convennero, e i 4 mici convennero a loro volta, che si dovesse dare un taglio alla frequentazione con l'esterno da parte del piccino e che fosse il caso di sottoporlo a un piccolo controllo che garantisse l'assenza di problemi, tanto per lui che per loro 4, per la convivenza.
Anche stavolta, però, non tutte le possibilità furono prese in considerazione...
E la variabile - di non poco conto - fu rivelata da Giovanni: Ma che bella signorina!
Signorina???
O cielo!... E adesso?
Vabbè... oramai è dei nostri.


12 commenti:

aquila ha detto...

What's Giovanni??
Cioè vuoi farci credere che il lui non è un lui perchè è una lei?? e mo sò gatti amari cara mamma appena quei bei fusti si accorgono che è signorina non sò ma sento che diventerai nonna....

Magari da Martino così ci esce il gatto bianconero che ovviamente sarà JUVENTINO

Gabry ha detto...

Come ti capisco Kaishe anche io mi sono trovata in difficoltà con gli a-mici del muretto per sapere se erano delle signorine o dei signorini ed ancora adesso per Willy (il piccoletto nero)non sono ancora sicura se è un Willy o una Willina, ma ciò non toglie nulla all'amore reciproco che ci doniamo.

Allora benvenuta nella tua famiglia alla piccola argentina !!!

Un abbraccio Kaishe e buona giornata!

Kaishe ha detto...

Buongiorno!!!

La': Giovanni è il nostro veterinario... quello che per Momore faceva le visite a domicilio. Gratis. Un ragazzo bravo bravo... Fuseano, off course!

Gabri: Argentina è un bellissimo nome... anche volendola chiamare con il diminutivo di Tina. Stasera lo propongo alla family.
La piccoletta è incantevole e crede già che io sia la sua mamma. Adora stare in braccio con me e così stimola la "mammoneria" negli altri.

Stanotte, all'una e qualche minuto è caduta dalle scale. Pochi gradini ma dopo è stata buona buona tutta la notte nella sua cestina.

Ah... i bambini!!!

aquila ha detto...

Qui c'è Miss che è in "pericolo"...speriamo si risolvi la situazione

Mamit ha detto...

Era ora che arrivasse una signorina a darti man forte in quel branco di maschi :-))

Chiara

Paola dei gatti ha detto...

e sarebbe stata dei vostri anche se lo aveste saputo prima... come si chiamerà la principessina?

Gabry ha detto...

Hai ragione Kaishe la piccoletta è veramente incantevole... immagino lo spavento che ti sei presa quando è ruzzolata giù dalle scale, ma questi piccoletti sono come delle palline di gomma, saltano, rimbalzano, cadono e rotolano senza farsi nulla.

Un abbraccio mamma Kaishe e dolce fine settimana!

Paola dei gatti ha detto...

altri ruzzoloni?

Gabry ha detto...

Un abbraccio Kaishe e serena giornata!

Kaishe ha detto...

A proposito di imprevisti...
Stamattina abbiamo trovato gli uffici ALLAGATI.
Dato che avevo avvertito chi di dovere del problema, ho deciso di fregarmi del fatto che l'ufficio di fianco al mio sia completamente zuppo con danni a cose non proprio di enssun valore.
Che si rpende, anche a sproposito, gli onori, provi ad assumersi anche qualche onere.
Oggi non copro le spalle a nessuno.
Più comodamente guardo da un'altra parte... come fanno sempre tutti.

E con ciò
.............................
BUONGIORNO!!!

aquila ha detto...

Ciao mami ti è arrivata la mail ??

Paola dei gatti ha detto...

buon giorno! mi pare giusto. avevi avvisato!

la pupattola ed i fratellini maggiori come stanno?

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!