martedì 10 giugno 2008

La preghiera speciale ...

La preghiera speciale del bambino che recitava l'alfabeto
«La fede è sempre viva nel cuore degli uomini», disse il
sacerdote fra sé e sé quando vide la chiesa piena. Erano operai del quartiere più povero di Rio de Janeiro che quella sera si riunivano con un solo obiettivo comune: la Messa di Natale. Ne fu contento. Con andatura solenne, si avviò verso il centro dell'altare.
Fu allora che udì una voce che diceva: "a, b, c, d..."
Sembrava quella di un bambino, e stava disturbando la solennità della celebrazione. Tutti i presenti si voltarono, infastiditi.
Ma la voce continuava a ripetere: "a, b, c, d..."
«Smettila», disse il prete. Fu come se il bambino si svegliasse da un trance. Guardò spaventato le persone intorno, e il suo viso s'imporporò per la vergogna.
«Che fai? Non vedi che stai disturbando le nostre preghiere?» Il bambino chinò il capo e gli spuntarono le lacrime agli occhi.
«Dov’è tua madre? - insistette il prete - Non ti ha insegnato a seguire una messa?» Col capo chino, il ragazzino rispose:
"Mi perdoni, padre, ma io non ho imparato a pregare. Sono cresciuto per la strada, senza padre né madre. Oggi è Natale, e io avevo bisogno di parlare con Dio. Ma non conosco la lingua che Lui comprende. Ho pensato che, da lassù, avrebbe potuto prendere queste lettere e usarle per formare parole e frasi che Gli piacessero".
Il bambino si alzò.
"Me ne vado - disse - Non voglio disturbare le persone che sanno comunicare tanto bene con Dio".
«Vieni con me», gli rispose il prete.
Prese il bambino per la mano e lo condusse all'altare. Poi si rivolse ai fedeli.
«Stanotte, prima della messa, reciteremo una preghiera speciale. Lasceremo che Dio scriva ciò che Egli vuole udire. Ogni lettera corrisponderà a un momento dell'anno, quando riusciremo a fare una buona azione, a lottare con coraggio per realizzare un sogno, o a recitare una preghiera senza parole. Gli chiederemo di mettere in ordine le lettera della nostra vita. In cuor nostro ci augureremo che queste lettere consentano a Lui di formare parole e frasi che Gli piacciano».
Con gli occhi chiusi, cominciò a recitare l'alfabeto.
E, pochi momenti dopo, l'intera chiesa ripeteva: a,b,c,d...
Paulo Coelho

17 commenti:

LaStefy ha detto...

PRIMAAAAAAAAAAAA

gabry ha detto...

Dolce e bella questa storia di Paulo Coelho, non servono paroloni o chissà che cosa di difficile, per alzare la nostra preghiera o lode a Dio.

Buongiorno Kaishe e buona giornata.

Kaishe ha detto...

Buongiorno a tutti...

Questa storiella mi è tornata in mente ieri sera... dopo aver letto il commento di MrX...
Io credo che pregare non sia esclusivamente ripetere le formule, anche se le preghiere tradizionali rispondono bene al senso del fare Comunità...
E credo, altrettanto, che molte persone che dicono "io non prego"... in realtà credano di non pregare... ma siano in rapporto con Dio anche più di tanti baciapile...

fox05 ha detto...

ciao zia è sempre bello passare da te ...specialmente in momenti come questo.......


speriamo che la giornata sia portattrice di buonenuove (ecco, scritto attaccato percè magari fa più effetto)

Un abbraccio a te e un buona giornata a tutti quelli che passano da questa casa meravigliosa


Fox piegata da 3 goal olandesi,....

Stefy ha detto...

Questo racconto è bellissimo.

Kaishe ha detto...

Vero Stef?
Lo aveva pubblicato anni fa il Corriere della Sera e mio marito ne ha tenuto il ritaglio perchè lo aveva commosso...


Fox... io sono piegata dal post di Blonde... stamattina si è alzato mio figlio e mi ha trovata in lacrime...

NYY ha detto...

Bella storia ...
Buona giornata!

Stefy ha detto...

LICIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

balua ha detto...

.. Buona giornata..

jack ha detto...

Sei una fonte inesauribile di storie:)
Brava,alla prossima pillola di saggezza:)
A presto.
jack

fox05 ha detto...

zia non mi dire nulla...non ho dormito un cappero.....chissà che dolore per lei...

indiano ha detto...

Ti ho risposto anche sul mio, ma ti dico anche qui, che senza problemi, ove volessi, potresti linkare qualsiasi cosa volessi che sia riconducibile al mio blog.

complimenti per questo grande frammento di coelho.

saluti

indiano

gabry ha detto...

Buongiorno Kaishe e buona giornata.

LaStefy ha detto...

LICIA, mail per te....

ed ora scappo !!!!

A dopo

aquila ha detto...

Ciao mami, passo veloce....oggi non ho voglia di studiare,mi fa maluccio la testa e ho una valanga di pensieri....
Ieri sera mi sono sentita dire una cosa del tipo "sei perfetta per ora" da una certa persona....sn basita....

Colombina ha detto...

adoro Paulo Coelho

fox05 ha detto...

ecco....nulla sono passata solo per un saluto

STAIT ATÊNZ…

Questo, come ogni altro blog, è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al nome, alla persona, all'immagine ed all'onore.
Quindi, se pensate di passare di qua per scrivere "spiritosaggini" a ruota libera, ve ne assumerete anche le eventuali conseguenze. Per parte mia, mi riterrò libera di intervenire se rileverò che si siano superati i limiti dettati dall'educazione e dal rispetto della dignità riconosciuta alle persone... TUTTE!
L'anonimato, evidentemente, non garantisce la copertura assoluta, poichè, eventualmente, la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog.
Sa ti va ben cussì bón… sennò piês par te!!! …tu pós ancje šindilâti: prat denant e selve daûr…

Stiamo insieme da...

Dicevi??? ^-^

37 grazie x 22 PREMI!!!

Sira degli Oedv Presiùs

Sira degli Oedv Presiùs
Grazie Cri!!!

Embè...

Embè...
Piuma nel Vento ringrazia OEdV!

Già! ... anche...

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog!

Ma certo che NO!!!